tpi-back

mercoledì 28 giugno 2017

il pasticciaccio Consip

Alla fine ci mancava la ciliegina sulla torta giudiziaria (o per meglio dire, il pasticciaccio giudiziario) dell'inchiesta Consip per far capire che anche una guerra fratricida tra Procure (in questo caso il derby del Sud Roma-Napoli) viene tollerata all'ombra dell'italico Stivale. Normalmente tra cani non ci si morde, a meno che il piccolo chihuahua non stia lì a rompere i gioielli di famiglia al vecchio alano. E così è stato. Il pm dalla chioma telegenica e dall'abbronzatura costante (anche in missioni in Groenlandia), che risponde al nome di Henry John Woodcock, dovrà rispondere il prossimo 7 luglio ai suoi colleghi della Procura di Roma per violazione di segreto d'ufficio (http://www.repubblica.it/politica/2017/06/27/news/inchiesta_consip_woodcock_indagato-169263022/
unitamente alla sua cara "amica" di vecchia data Federica Sciarelli (la bionda giornalista che piaceva tanto al fu Cossiga). Ora, tutto questo pastrocchio Consip è nato da un articolo nel dicembre scorso di Marco Lillo sul Fatto Quotidiano  (http://www.ilfattoquotidiano.it/premium/articoli/consip-anche-lotti-e-indagato-e-linchiesta-passa-a-pignatone/) e, a lume di naso, mi domando: chi ha potuto passare le informazioni da scoop se non chi ne deteneva la relativa indagine preliminare? Secondo voi lettori di questo blog, hanno chiamato Woodcock per sapere se si frequenta ancora con la Sciarelli e se hanno in animo di aprire un ristorante insieme per far assaggiare le prelibatezze parte nopee e parte romane?...Non credo!

2 Commenti:

  • Alle domenica 2 luglio 2017 15:21:00 GMT+2 , Anonymous Anonimo ha detto...

    Carissimo io non so come siano andate le cose.Non è consolante questo scontro tra poteri.Uno scontro che sicuramente non è per chi rappresenta meglio gli interessi della popolazione.Ma forse uno scontro tra ego smisurati.Come vedi è il secondo intervento odierno.Mauro.

     
  • Alle domenica 2 luglio 2017 18:53:00 GMT+2 , Blogger nomadus ha detto...

    Oggi è una domenica speciale. Non era mai accaduto, almeno a mia memoria, un doppio tuo intervento sul mio blog nella stessa giornata. Al di là delle considerazioni e delle nostre riflessioni sul caso Consip, quello che fa male è che a 25 da Mani Pulite il nostro Paese rimane sempre e comunque permeato dalla metastasi della corruzione, della lotta di potere, dei veti incrociati. In parole povere, il solito schifo. Un affettuoso saluto a te, caro Mauro.

     

Posta un commento

Iscriviti a Commenti sul post [Atom]

Link a questo post:

Crea un link

<< Home page